Archivio | aprile, 2012

Partire in 10 mosse

15 Apr

Ciao a tutti e buona domenica!

E’ ufficiale…tra pochi giorni farò un breve viaggio a Budapest, e ora sono in fase di preparativi. 

Le cose da fare, per tutti i viaggi, sono le seguenti:

1) PRENOTARE IL VOLO – fatto! (per chi fosse interessato, questo è il post)

2) COMPRARE UNA BUONA GUIDA – Fatto! come sempre Lonely Planet

3) FARE L’ASSICURAZINE DI VIAGGIO – per questa meta, che fa parte dell’UE, non abbiamo acquistato nessuna assicurazione. Avremo fatto bene? (se interessati questo è il post)

4) PRENOTARE L’HOTEL – quasi fatto! (anche se mancano pochi giorni lo prenderò con cancellazione gratuita, non si sa mai!) – prima di scegliere l’hotel consiglio di raccogliere il maggior numero di informazioni sulle migliori aree dove dormire.

5) CONTROLLARE IL CAMBIO e CAMBIARE I SOLDI (in Ungheria ci sono i Fiorini Ungheresi UHF) – lo farò domani

6) FARE IL CHECK IN ONLINE – come suggerito nel post “voli aerei” – lo farò a breve

7) FARE UN ITINERARIO per avere una prima idea dei luoghi da visitare – Fatto!

8) PREPARARE LA VALIGIA o, come in qusto caso, il BAGAGLIO A MANO – Ancora da fare! (portare il minimo indispensabile, ma senza rinunciare alle cose indispensabili in base al clima. Non dimenticate la macchina fotografica!)

9) CONTROLLARE TUTTI I DOCUMENTI– mi raccomando assicuratevi che siano validi 6 mesi prima della scadenza (domani andrò a rinnovare la carta d’identità!).

10) PARTIRE – ci sono quasi!

Ciao a tutti, al mio rientro vi racconterò il mio piccolo viaggio.

xo

Lauretta

Voli aerei

12 Apr

Buongiorno a tutti,

dopo le assicurazioni di viaggio vorrei dare alcuni consigli sull’acquisto dei voli.

Ecco cosa fare:

Per qualsiasi destinazione date una prima occhiata al sito e-dreams.com per confrontare orari e prezzi tra diverse compagnie.

Per l’acquisto dei biglietti, a meno che non ci siano esigenze particolari, è sempre meglio scegliere il primo volo del mattino (alla partenza) e l’ultimo della sera (al ritorno) così da sfruttare le giornate complete.

Se avete scelto di comprare un volo su uno dei tanti motori di ricerca (es Opodo, Volagratis, Edreams) prima di procedere all’acquisto, date un’occhiata anche al sito della compagnia, sia per confrontare i prezzi, sia per controllare le regole generali. Questa è una delle cose più importanti perchè ogni vettore ha le sue condizioni (questo purtroppo l’ho scoperto solo con l’esperienza, durante un viaggio abbiamo dovuto sborsare 150 euro per aver portato solo un bagaglio in due :-()

Se avete inoltre la fortuna di poter viaggiare in periodi di bassa stagione e non avete problemi di ferie consiglio di prenotare i voli con largo anticipo perchè spesso si risparmia. Per farvi un esempio pratico, quando ho prenotato il volo per Los Angeles, avevendo la possibilità di smaltire le ferie durante l’anno, ho preso il biglietto in base al criterio del “quando costa meno”, ho aspettato 4 mesi e sono partita spendendo la metà!

Una nota particolare la riserverei infine per le compagnie low cost che vendono biglietti davvero convenienti, ma a cui va data una particolare attenzione poichè ogni errore può costare caro.

In particolar modo è necessario verificare le seguenti voci:

bagaglio a mano: assicurarsi che sia delle dimensioni indicate dalla compagnia poichè non tutte accettano gli standard internazionali Iata (altezza + larghezza + lunghezza = 115 cm). Inoltre per alcune comapagnie come easyjet è necessario che il bagaglio entri negli appositi spazi in ferro posti prima del checkin e non consentono più di portare il  bagaglio a mano oltre la borsetta o il pc a seguito, tutto deve essereposto in un unico spazio.

bagaglio da stiva: è importante fare attenzione al peso della propria valigia perchè, per ogni chilo in eccesso, si paga la differenza…e a volte è davvero eccessiva. Controllare quindi le condizioni generali di viaggio sul sito della compagnia

check-in online: alcune compagnie chiedono di effettuarlo prima della partenza per volocizzare le pratiche di checkin. Un’amica mi ha dato un valido suggerimento da inserire nel post:

fare il checkin online solo pochi giorni prima della partenza così che si possano apportare eventuali modifiche che invece una volta eseguito non si possono più fare.

Un’ultimo consiglio che mi sento di dare riguarda i voli interni negli States. Quando acquistate un biglietto online dovete tenere presente che alcune compagnie come Virgin non includono nel prezzo il bagaglio da stiva e non c’è modo di inserirlo. Una volta arrivati in aeroporto dovrete pagare per ogni valigia all’incirca 25 $, per questo raccomando di leggere sempre le condizioni generali.

Buon viaggio e alla prossima

xo

Lauretta

Sciarpe, consigli per l’uso

4 Apr

Ciao a tutti, oggi parlo di un accessorio amato da moltissimi (me compresa), a cui non si può rinunciare: la sciarpa, un must have per tutte le stagioni.

In questi giorni ho conosciuto delle persone fantastiche e con loro ho condiviso la passione per questo magnifico accessorio. Ogni giorno, ognuna di noi, ha sfoggiato una sciarpa più bella dell’altra ed è stato divertente vedere come ognuna riuscisse ad abbinarla ai look più diversi.

Non c’è bisogno di spendere cifre folli, l’importante è puntare sull’originalità!

In inverno sono da indossare comode, calde, enormi e di lana e in primavera, fino ad autunno inoltrato, leggere, colorate e alla moda.

Tutte da comprare in base alla propria fantasia e ai propri gusti e, ovviamente, da portare in mille modi diversi.

A tal proposito propongo due spunti, non per indirizzare all’acquisto, ma per organizzare al meglio gli spazi del proprio guardaroba e indossare le tantissime sciarpe in maniera originale e diversa:

– il primo è un’idea per sistemarle nell’armadio, per risparmiare spazio e per averle tutte a portata di mano. Si tratta di un accessorio Ikea che può essere appeso e può contenere fino a 28 sciarpe o anche di più. Si chiama komplement Appenditutto e costo 5,03€…assicuro essere veramente utile (come tutte le cose ikea)! qui sotto un’immagine:

– il secondo spunto è un video che arriva dal web. Può essere utile per imparare ad indossare le sciarpe (per chi non è molto pratico) o per conoscere nuovi modi di portarle (per chi è stanco di verdersi sempre allo stesso modo).

Questo video ci dà ben 25 idee in meno di 5 minuti. L’ho trovato molto carino e per questo ho il piacere di condividerlo con voi.

Spero vi sia piaciuto, prossimamente ve ne mostrerò alcune dalla mia collezione.

xo

Lauretta

Assicurazioni di viaggio

1 Apr

Buona domenica a tutti…è da un pò che manco, ma cerco subito di recuperare!

Prima di scrivere altri post di viaggio vorrei parlare delle assicurazioni, importanti e fondamentali per molte destinazioni. Ecco come mi muovo generalmente:

Unione Europea:

tendenzialmente non ricorro a nessuna assicurazione poichè, per qualsiasi problema di salute, è sufficiente avere con sè la famosa tessera sanitaria. Anche quando acquisto un volo online solitamente, per risparmiare 😉 , elimino la voce “insurance”, anche se, la maggiorparte delle volte, copre voci come “incidenti”, “smarrimento bagaglio” ecc. Nel caso specifico delle valigie, quando sono in partenza, le faccio sempre imballare in aeroporto per evitare che vengano aperte o smarrite durante il tragitto. Con soli 8 o 9 euro mi assicuro che arrivi tutto a destinazione.

Paesi non facenti parte dell’UE:

In questo caso è bene stipulare un’assicurazione che copra i maggiori rischi quali: servizio di assistenza 24h/24 , assitenza medica, risarcimento per incidenti, copertura spese legali, copertura responsabilità civile e (facendosi le corna) rimpatrio della salma, in quanto in questi stati (es Norvegia, Turchia, Montenegro ecc…) la tessera sanitaria non è valida.

States:

Non partite mai per gli Stati Uniti senza un’assicurazione di viaggio. E’ necessario, se non fondamentale, averne una che copra tutti i tipi di rischi e che abbia i massimali più alti. In America la sanità è completamente a carico dei cittadini e, se questi non sono coperti da assicurazione sanitaria, non hanno diritto ad alcuna prestazione medica. Ricordate quindi di stipulare un’assicurazione ad hoc per il vostro viaggio, lungo o corto che sia. In questo tipo di assicurazioni, leggermente più costose, sono inseriti anche Canada e Caraibi, per motivi simili agli States. Anche per questo tipo di assicurazioni controllate che ci siano le voci elencate sopra.

Tutto il resto del mondo:

E’ sempre bene fare un’assicurazione, anche se in alcuni Paesi forniscono assistenza medica. E’ sempre il caso di farsi assistere da personale di competenza che parli la nostra stessa lingua e che, attraverso le diverse filiali, o attraverso contatti telefonici, risolva i problemi al posto nostro mentre noi ci godiamo la vacanza.

Nella scelta delle assicurazioni ci sono dei criteri di base da seguire:

1) controllare i massimali della copertura delle spese mediche;

2) scegliere quella con il maggior numero di voci di copertura;

3) decidere per quella più facile da contattare e che offra un serivizio 24 ore in lingua italiana poichè, anche si conosce bene una lingua (es l’nglese), in caso di emergenza, non è sempre facile riuscire a spiegarsi in maniera corretta.

A questo proposito segnalo i siti delle migliori assicurazioni online:

Mondial Assistence: consigliata anche da Turisti per Caso. Mi è capitato più volte di utilizzarla, ma non sempre è economica

Europe Assistence: anche questa assicurazione non è male, anche se spesso, come Mondial Assistence, è un pò dispendiosa. La consiglio a chi ha dei codici promozionali da inserire, solo così il risparmio è assicurato!

Worldnomads: consigliata da Lonely Planet. E’ un’assicurazione vantaggiosa, che con una cifra irrisoria dà anche la possibilità di fare una piccola donazione a scopo benefico. A mio avviso è conveniente ma, quando l’ho stipulata, ho sperato non mi succedesse niente perchè non sono riuscita a trovare un contatto telefonico a cui rivolgermi in caso di bisogno; inoltre la maggiorparte delle pagine è completamente in inglese, quindi non è alla portata di tutti.

Columbus Direct: è in assoluto la mia preferita. Ne sono venuta a conoscenza tramite alcuni blog e devo dire che ne sono veramente rimasta soddisfatta. Copre tutte le voci, ha dei massimali alti e dà la possibilità di scegliere tra diverse opzioni per diversi tipi di budget. Ha inoltre un serivizio 24h/24 in lingua italiana e rispetto alle altre offre un bel risparmio. In questi giorni si può usufruire anche dello sconto del 10% sul totale.

Non possiamo mai prevedere quello che può succedere durante un viaggio per cui, prevenire tutto con un buon contratto, soprattutto se si sta progettando un viaggio lungo e magari avventuroso, è la prima cosa da tenere a mente. Buon viaggio a tutti!

ps. e ricordate di inserire la voce “assicurazione per sport invernali” se siete amanti della montagna e degli sport estremi ad essa annessi.

alla prossima

xo

Lauretta