Archivio | VIAGGI RSS feed for this section

VFNO 2013

18 Set

La Vogue Fashion Night Out 2013 mi ha regalato grandi incontri e momenti piacevoli in ottima compagnia.

Primo tra tutti è l’apparizione imprevista e gradita di Franca Sozzani, Direttrice di Vogue Italia, fuori dalla boutique Lanvin, con la quale ho avuto un piacevole ed emozionante incontro/scontro.

Come non citare poi l’esclusivo aperitivo Pirelli a cui abbiamo partecipato all’improvviso, incontrando anche il grande Javier Zanetti accompagnato dalla moglie.

E meraviglioso è stato camminare tra migliaia di persone e visitare il temporary store Diamonique by Qvc a cui non potevo di certo rinunciare per spirito aziendale 🙂

Come non parlare infine degli street style che hanno riempito la città: dai look eleganti, a quelli eccentrici, a quelli easy…insomma per tutti i gusti.

Milano è sempre magica, ma in questa occasione lo è stata ancora di più.

Al prossimo post

XOXO
Lauretta

Annunci

Istanbul, la perla dell’Europa Orientale

27 Ago

Oggi parlerò di una città magica e ricca di storia, Istanbul.
Dal punto di vista turistico è una tra le più affascinanti e stimolanti d’Europa, un melting pot di culture e di popoli che nei secoli l’hanno resa unica.

Istanbul è anche una città cosmopolita, per alcuni aspetti conservatrice, ma per altri aperta, moderna e giovane. È una metropoli che conta più di 13 milioni di abitanti – Milano, per fare un esempio, ne registra solo due – ed è quasi incredibile trovarsi in mezzo alla folla e osservare il lento scorrere delle persone.

La città è particolare anche per la sua geografia, la parte moderna è separata da quella antica e ricca di storia dal famoso Corno d’Oro, fiume che a sua volta si immette nel Bosforo per separare la Istanbul europea da quella asiatica.

Istanbul è anche la culla dell’impero bizantino, di quello ottomano e delle successive conquiste islamiche; nell’Old Town si trovano infatti siti turistici che ricordano il passaggio di diverse civiltà, come ad esempio le maestose Aya Sofia e Moschea Blu.

Molto suggestivi sono poi i mercati, o meglio Bazar, che si trovano nel cuore della città vecchia: il Grand Bazar e il mercato delle spezie; colorati, pieni di magia e di profumi di ogni tipo.

Il fulcro della vita si sposta da un quartiere all’altro con molta naturalezza, di giorno si concentra nella città vecchia e la sera intorno alla modernissima e popolatissima Piazza Taksim, dove, ad ogni ora, le persone si riversano a migliaia in piazza o nelle sue vie per passeggiare, mangiare, fare shopping e, moltissime volte, per festeggiare o per manifestare.

Istanbul e la tutta la Turchia sono famose anche per il cibo, ma soprattutto per i dolci. Tipico e delizioso è il famoso Lokum (Delizia Turca) dolce morbido preparato in svariati gusti che soddisfa tutti.
Come non citare poi, tra i cibi, l’inimitabile Kebab, da farcire come si vuole e da mangiare seduti o passeggiando per la città.
Istanbul è anche conosciuta per le sue ottime spremute di Melograno…da provare assolutamente!

Nei cinque meravigliosi giorni che ho trascorso lì non ho saputo rinunciare ad un favoloso bagno turco che, alla fine, si è rivelata un’esperienza unica e molto ma molto particolare. Provare per credere!!!

Ma lo sapevate che Istanbul è anche la città dei tulipani?! Fioriere e aiuole ben tenute abbelliscono e colorano la città. Uno spettacolo per gli occhi!

Ora vi lascio con la top ten delle cose da fare assolutamente:

1. Visitare le moschee, prima tra tutte la Moschea Blu. Coprite il capo e togliete le scarpe, è importante rispettare le religioni e le culture altrui;
2. Visitare l’Aya Sofìa per scoprire dove ha avuto origine l’impero bizantino;
3. Passeggiare per Piazza Taksim per fare shopping o cenare;
4. Mangiare un Kebab, bere una spremuta di melograno e gustare un Lokum;
5. Perdersi nei bazar e fare acquisti di cose kitsch!;
6. Provare l’esperienza del bagno turco;
7. Fare la crociera sul Bosforo, se siete fortunati vedrete anche i delfini;
8. Salire sulla torre di Galata;
9. Scendere nella stupefacente Basilica Cisterna, un antico acquedotto sotterraneo ricco di fascino;
10. Visitare il Palazzo Topkapi, per scoprire come viveva il sultano e tutti i segreti del suo harem.

BUON VIAGGIO!

Al prossimo post

XOXO
Lauretta

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ostuni, la città bianca

9 Ago

Ostuni (Br) è un sogno ad occhi aperti, è denominata “la città bianca” per il colore candido del marmo e per l’intonaco delle sue abitazioni.

image

La città è arroccata su una collina ma si trova a breve distanza dal mare e da altre meravigliose mete turistiche come Martina Franca, Cisternino e Alberobello.

image

Il territorio intorno ad Ostuni è circondato da distese di ulivi, trulli e masserie meravigliose….proprio ad inizio agosto ho avuto l’onore di essere ospitata per un meraviglioso matrimonio in una di queste masserie, o meglio presso il Relais Masseria Montalbano (http://masseriamontalbano.it) e me ne sono subito innamorata

image

La Puglia però è tutta da vedere…

al prossimo post

xoxo
Lauretta

Mini Guida: Budapest

14 Set

Se avete 3 giorni e tanta voglia di fare un piccolo viaggio scegliete Budapest.

Per la capitale ungherese partono voli lowcost da diversi aeroporti, noi abbiamo scelto Ryanair e abbiamo speso davvero poco!

Gli alberghi hanno prezzi molto convenienti e per questo consiglio di scegliere categorie alte perchè lo standard è più basso rispetto all’Italia e si può rischiare di rimanere delusi.

Il clima è variabile, le estati miti e gli inverni generalmente rigidi. Consiglio sempre di dare un’occhio alla previsioni prima di partire per potersi organizzare con ombrelli, k-way ecc…

La moneta locale è il fiorino ungherese (uhf)…il cambio è buono ma in città i prezzi sono simili all’Italia.

COSA FARE:

In tre giorni è possibile visitarla tutta, basta munirsi di una buona guida (es. Lonely Planet) e di un comodo paio di scarpe.

La città si divide in due, Buda e Pest, separate dal fiume Danubio, e si può comodamente girarla con tram e metro.

Buda è la città “vecchia”, arroccata su una collina dalla quale si gode di un’ottima visuale. Qui si possono visitare il castello, il Palazzo Reale, e alcune chiese ortodosse.

Vicino a Collina di Castello, appena citata, c’è collina Gellert dove si trovano le famose terme dell’omonimo hotel.  Mezza giornata di relax è d’obbligo per rilassarsi e per fare una cosa tipica. Le terme naturali in città sono diverse, scegliete in base ai vostri gusti.

Nel cuore della città sorge na piccola isola denominata Margherita dove ci sono grandi spazi  verdi, piscine, terme, campi da gioco ecc…

Il cuore pulsante della città è invece Pest, la città “nuova”. I quartieri più centrali sono Lipotvaros e Belvaros dove non mancano le vie dello shopping, le grandi catene, i negozi di souvenir, i ristoranti e i  locali notturni. Ma qui si trovano anche il Parlamento, la Grande Sinagoga, la Basilica ecc…
Questo è il quartiere ideale per soggiornare.

PARTICOLARITA’:

– Budapest dal tramonto all’alba è un incanto. Dal momento in cui cala il sole e si accendono le luci diventa una città da cartolina e per questo merita di essere vissuta anche la sera.

– I piatti tipici sono leggermente pesanti, ma molto buoni, spesso accompagnati da una gustosa birra Dreher (prodotta in città).

– Il mercato coperto di Budapest merita una visita per chi vuole comprare dei souvenirs o la famosa paprika o mangiare una delle pietanze tipiche nei tanti locali al piano superiore.

– Se vi recate alla Grande Sinagoga, gli uomini devono indossare il tipico copricapo ebraico in segno di rispetto. Naturalmente ne viene consegnato uno prima di entrare.

Spero che questa mini-guida vi possa essere utile o spero almeno di avervi invogliato a visitare una città meravigliosa!

A presto con un altro post
xoxo

Lauretta

ps. vi lascio con alcune foto scattate durante il mio weekend con Andrea

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un weekend fuoriporta: Riva del Garda

2 Lug

Buongiorno a tutti,

oggi vorrei parlarvi di un piccolo angolo di paradiso dove rifugiarsi per sfuggire al caldo torrido di questi giorni e fare meravigliose passeggiate tra lago e natura…sto parlando di Riva del Garda.

Riva si trova nella parte più alta del lago di Garda, in provincia di Trento.  Da Milano si prende la A4 in direzione Venezia e si risale il lago attraverso la Gardesana Occidentale.

A soli 200 km da Milano è una meta straordinaria dove rilassarsi, fare sport (wins surf, kite surf ecc…) o lunghe passeggiate accompagnati dal vento Ora che consente al lago di incresparsi e di creare un effetto molto simile a quello marino.

Noi milanesi tendiamo quasi sempre a fuggire sulla costa ligure che, a volte, risulta troppo cara e spesso sovraffolata, e non espolariamo quei posti che poi si rivelano delle grandi scoperte.

Sono appena rientrata dopo 2 giorni di relax…inizialmente ero un pò diffidente, ma mi sono dovuta ricredere perchè ho trovato Riva un posto giovane, ordinato e sportivo, ma soprattutto molto simile a località di mare rinomate, con i suoi piccoli negozietti di artigianato locale e di sport.

Se pensate di dormire a Riva qualche notte non guardate solo gli hotel, che sono abbastanza cari, ma anche campeggi con bungalow e tende o case vacanze.

Un weekend ne vale veramente la pena, e un salto in spiaggia è d’obbligo…consiglio anche di visitare i paesi limitrofi diTorbole e Malcesine che meritano veramente!

Ringrazio i miei amici che mi hanno fatto scoprire questa meraviglia! ❤

xoxo

Lauretta

Partire in 10 mosse

15 Apr

Ciao a tutti e buona domenica!

E’ ufficiale…tra pochi giorni farò un breve viaggio a Budapest, e ora sono in fase di preparativi. 

Le cose da fare, per tutti i viaggi, sono le seguenti:

1) PRENOTARE IL VOLO – fatto! (per chi fosse interessato, questo è il post)

2) COMPRARE UNA BUONA GUIDA – Fatto! come sempre Lonely Planet

3) FARE L’ASSICURAZINE DI VIAGGIO – per questa meta, che fa parte dell’UE, non abbiamo acquistato nessuna assicurazione. Avremo fatto bene? (se interessati questo è il post)

4) PRENOTARE L’HOTEL – quasi fatto! (anche se mancano pochi giorni lo prenderò con cancellazione gratuita, non si sa mai!) – prima di scegliere l’hotel consiglio di raccogliere il maggior numero di informazioni sulle migliori aree dove dormire.

5) CONTROLLARE IL CAMBIO e CAMBIARE I SOLDI (in Ungheria ci sono i Fiorini Ungheresi UHF) – lo farò domani

6) FARE IL CHECK IN ONLINE – come suggerito nel post “voli aerei” – lo farò a breve

7) FARE UN ITINERARIO per avere una prima idea dei luoghi da visitare – Fatto!

8) PREPARARE LA VALIGIA o, come in qusto caso, il BAGAGLIO A MANO – Ancora da fare! (portare il minimo indispensabile, ma senza rinunciare alle cose indispensabili in base al clima. Non dimenticate la macchina fotografica!)

9) CONTROLLARE TUTTI I DOCUMENTI– mi raccomando assicuratevi che siano validi 6 mesi prima della scadenza (domani andrò a rinnovare la carta d’identità!).

10) PARTIRE – ci sono quasi!

Ciao a tutti, al mio rientro vi racconterò il mio piccolo viaggio.

xo

Lauretta

Voli aerei

12 Apr

Buongiorno a tutti,

dopo le assicurazioni di viaggio vorrei dare alcuni consigli sull’acquisto dei voli.

Ecco cosa fare:

Per qualsiasi destinazione date una prima occhiata al sito e-dreams.com per confrontare orari e prezzi tra diverse compagnie.

Per l’acquisto dei biglietti, a meno che non ci siano esigenze particolari, è sempre meglio scegliere il primo volo del mattino (alla partenza) e l’ultimo della sera (al ritorno) così da sfruttare le giornate complete.

Se avete scelto di comprare un volo su uno dei tanti motori di ricerca (es Opodo, Volagratis, Edreams) prima di procedere all’acquisto, date un’occhiata anche al sito della compagnia, sia per confrontare i prezzi, sia per controllare le regole generali. Questa è una delle cose più importanti perchè ogni vettore ha le sue condizioni (questo purtroppo l’ho scoperto solo con l’esperienza, durante un viaggio abbiamo dovuto sborsare 150 euro per aver portato solo un bagaglio in due :-()

Se avete inoltre la fortuna di poter viaggiare in periodi di bassa stagione e non avete problemi di ferie consiglio di prenotare i voli con largo anticipo perchè spesso si risparmia. Per farvi un esempio pratico, quando ho prenotato il volo per Los Angeles, avevendo la possibilità di smaltire le ferie durante l’anno, ho preso il biglietto in base al criterio del “quando costa meno”, ho aspettato 4 mesi e sono partita spendendo la metà!

Una nota particolare la riserverei infine per le compagnie low cost che vendono biglietti davvero convenienti, ma a cui va data una particolare attenzione poichè ogni errore può costare caro.

In particolar modo è necessario verificare le seguenti voci:

bagaglio a mano: assicurarsi che sia delle dimensioni indicate dalla compagnia poichè non tutte accettano gli standard internazionali Iata (altezza + larghezza + lunghezza = 115 cm). Inoltre per alcune comapagnie come easyjet è necessario che il bagaglio entri negli appositi spazi in ferro posti prima del checkin e non consentono più di portare il  bagaglio a mano oltre la borsetta o il pc a seguito, tutto deve essereposto in un unico spazio.

bagaglio da stiva: è importante fare attenzione al peso della propria valigia perchè, per ogni chilo in eccesso, si paga la differenza…e a volte è davvero eccessiva. Controllare quindi le condizioni generali di viaggio sul sito della compagnia

check-in online: alcune compagnie chiedono di effettuarlo prima della partenza per volocizzare le pratiche di checkin. Un’amica mi ha dato un valido suggerimento da inserire nel post:

fare il checkin online solo pochi giorni prima della partenza così che si possano apportare eventuali modifiche che invece una volta eseguito non si possono più fare.

Un’ultimo consiglio che mi sento di dare riguarda i voli interni negli States. Quando acquistate un biglietto online dovete tenere presente che alcune compagnie come Virgin non includono nel prezzo il bagaglio da stiva e non c’è modo di inserirlo. Una volta arrivati in aeroporto dovrete pagare per ogni valigia all’incirca 25 $, per questo raccomando di leggere sempre le condizioni generali.

Buon viaggio e alla prossima

xo

Lauretta